Che fastidio gli ascensori chiusi così presto. io, invece, adoro lo stoccafisso alla genovese

Sono tutti e due «foresti» i protagonisti della nostra rubrica questo mese. Carlo Durando viene da Portacomaro, in provincia di Asti, ormai famoso per essere il paese d’origine della famiglia di Papa Francesco. Silvia Groppo, invece, è milanese. Entrambi, però, per lavoro vivono a Genova. Sono professori d’orchestra del teatro Carlo Felice. Lui è primo corno, lei suona il contrabbasso. Leggete che cosa ci hanno detto.


Carlo Durando Amo Genova perché…

«Non potrei mai criticare Genova. Per tante ragioni. Il clima mite e il mare sono le principali per me che vengo da un piccolo centro di campagna. Ed è sempre per questa ragione che Genova mi piace perché è una città a misura d’uomo. Il centro storico si gira a piedi e qui si trovano tutti i servizi di cui una persona ha bisogno. Più di una città, è un grande paese con una storia antica ancora molto ben visibile oggi e una cucina molto povera ma gustosissima. Lo stoccafisso alla genovese è imperdibile. E poi c’è il pesto e il pesto è il pesto».


Silvia Groppo Odio Genova perché…

«Il più grande difetto di Genova è un aspetto che le criticano molti, cioè il fatto di non saper valorizzare il suo enorme potenziale artistico e culturale. Dato che lavoro proprio in questo ambito, mi dispiace molto. Guardando alla vita di tutti i giorni, invece, credo che il problema numero uno siano i trasporti: io abito vicino al Castello d’Albertis e mi muovo con i pullman, ma la sera, quando esco da teatro, l’attesa è davvero troppo lunga. E peccato pure che gli ascensori non siano aperti almeno fino a mezzanotte».

di Lorenza Castagneri

La tua città

News & Gossip

  • Notebook è il nuovissimo progetto di Selectiva Spa del gruppo Paglieri che si ispira al valore del ricordo: 5 taccuini/essenze che custodiscono un percorso sensoriale in cui ognuno può
    Adidas Original ha lanciato la nuova collezione primavera estate di cover che si adattano all’iPhone 6/6s/7/8(+) e iPhone
    Nuova collezione Pandora Shine Api, dettagli vivaci e rifiniti a mano sono gli ingredienti principali della collezione Pandora Shine, della linea Bee Mine, insieme a un nuovo prezioso metallo in Argento Sterling 925 placcato Oro
    Per una festa di compleanno unica e carica di energia Con più di dieci attività diverse, dal Freejump al Dodgeball, dall’Xpark al Cliffjump, dal Bigbag allo Slamdunk. Diventato ormai una tendenza a livello internazionale, Bounce Italy è appena arrivato a Torino. Tutti sanno quanto i bambini adorino saltare e Bounce Italy è il vero e
  • Quattro concerti da non perdere La stagione 2017-2018 “Nine Rooms” dell’Orchestra Filarmonica di Torino prosegue fino a giugno con quattro concerti al Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino dal programma ricco e sfavillante. Ogni mese OFT conduce il pubblico in una nuova emozionante stanza alla scoperta della grande musica classica. Dalla stanza dell’amore alla palestra, dalla
    Sei piani di shopping Nuovo design, nuovi spazi, nuovi brand. Il 2018 si annuncia all’insegna del cambiamento per lo store Rinascente di via Lagrange. Il negozio passerà da 3 a 6 piani, da 4.300 mq a più di 7.500 mq. Sarà un palazzo tutto nuovo con il meglio di moda, bellezza, design e
    Realizzato con l’antica tecnica della fusione a cera persa, in argento o bronzo placcato oro 24k, l’anello Coronetta by Giulia Barela Jewelry è caratterizzato da piccole punte che lo rendono originale e
    Un nuovo capitolo della saga di Secret Potion Si chiama Secret Potion N.3, l’ultimo profumo nato in casa Bullfrog: un distillato audace e rombante come un viaggio in