I 7 itinerari dei runner in città

Con la bella stagione, torna anche la voglia di correre: ecco dove andare

Pantaloncini, maglia tecnica, scarpe da ginnastica. Si corre. Se i runner appassionati non hanno mollato nemmeno in pieno inverno, i meno patiti, coloro che vogliono sfruttare la primavera per fare un po’ di movimento o chi deve perdere qualche chilo di troppo, è pronto a ripartire. E, forse, ha bisogno anche di qualche consiglio su dove andare. A Genova gli itinerari più gettonati sono sette. Quali? Andiamo con ordine e partiamo da Ponente.


1. Tra Voltri e Arenzano

Uno dei posti migliori dove correre, per chi si trova nella parte Ovest della città, è la via Aurelia, tra Voltri e Arenzano. Si tratta di un percorso di sei chilometri, per la maggior parte pianeggiante con un paio di piccole colline che rompono la monotonia. Il traffico è scarso ed è possibile godere del meraviglioso scenario del mare aperto. Il periodo migliore è durante l’inverno, quando il sole della riviera scalda la propria corsa come nessun altro posto a questa latitudine.


2. Lungo la fascia di rispetto di Pra’

È uno dei luoghi preferiti dai podisti. Immerso in un’area tutta nuova, al riparo dalle auto e, soprattutto, lungo il mare. In più, questo è un percorso piano, senza asperità, adatto a chiunque. Non sembra nemmeno di essere in città. Se no, sempre in zona, c’è il lungomare di Pegli, sempre di bassa difficoltà. Da qui, ma bisogna davvero avere un po’ di chilometri nelle gambe, salire lungo la strada della Val Varenna, dal gran valore naturalistico. Attenzione, però, a non strafare e occhio al traffico. O, ancora, ci si può dirottare sulla marina di Sestri Ponente: un’oasi di tranquillità, su strade larghe e adatte a correre e la pace del porto.


3. Al Porto Antico

L’area dell’Expo è un’altra zona perfetta per i principianti perchè pianeggiante. Partendo dall’Acquario, di può correre fino al piazzale Durand de la Penne e, da lì, fare il giro attorno ai Magazzini del cotone. Lunghezza approssimativa: un chilometro. Al rientro si può prolungare la corsa fino al Galata Museo del Mare, coprendo una distanza di tre chilometri.


4. Lungo corso Italia

È l’altro grande luogo del cuore dei runners genovesi, per almeno tre ragioni: c’è molto spazio e si può correre agevolmente anche se c’è gente che cammina, ha una vista mozzafiato sul mare ed è ben tenuta, dal momento che le piastrelle che erano in parte saltate in alcuni punti sono state negli anni rappezzate. Se, poi, non ci si sta allenando per partecipare a una gara e nemmeno per dimagrire, arrivati a Boccadasse ci si può concedere una pausa gelato nella spiaggetta. Da piazzale Kennedy fino a qui, si percorrono circa 2,7 chilometri con la sola ondulazione della salita di Punta Vagno. Anche questo percorso è adatto ai principianti. Unica nota negativa: quando piove è meglio evitare di correre qui perché il fondo diventa scivoloso.


5. Il percorso dell’Acquedotto

Consiste in diversi tratti, il più breve dei quali è lungo due chilometri: il percorso parte da Staglieno e, a percorrerlo tutto, arriva fino al confine con il comune di Davagna per un totale di circa venti chilometri. Si corre vicino ai boschi, passando su ponti romani. È adatto a tutti.


6. Lungo la passeggiata Anita Garibaldi

La passeggiata che costeggia Nervi, dal porticciolo fino a Capolungo, è lunga circa tre chilometri. Per correre qui bisogna, però, essere un po’ più allenati, dato che il percorso presenta alcuni saliscendi non adatti ai neo podisti. L’alternativa è alternare corsa e camminata, ascoltando il proprio corpo, senza paura di prendersi una pausa. Questo è uno degli angoli più belli della città e soltanto la vista è uno stimolo in più a correre: in mezzo al verde, a picco sul mare, con le onde che si infrangono contro la scogliera.


7. Al Righi

Un classico della zona del Righi è il percorso ginnico nuovo del Peralto: si sviluppa in una zona ombrosa e fresca, vicina al belvedere, con qualche falsopiano. È lungo poco più di un chilometro e si può considerare adatto a tutti. Più impegnativo, invece, perché pietroso in certi tratti è l’itinerario Baracche- Trensasco. A percorrerlo tutto si fanno 10,4 chilometri. Parte invece da Oregina il percorso vecchio del Peralto, dove si alternano salite a discese, tratti sterrati e asfaltati, per un totale di 1,3 chilometri. Adatto a podisti più allenati.


di Lorenza Castagneri 

La tua città

News & Gossip

  • Notebook è il nuovissimo progetto di Selectiva Spa del gruppo Paglieri che si ispira al valore del ricordo: 5 taccuini/essenze che custodiscono un percorso sensoriale in cui ognuno può
    Adidas Original ha lanciato la nuova collezione primavera estate di cover che si adattano all’iPhone 6/6s/7/8(+) e iPhone
    Nuova collezione Pandora Shine Api, dettagli vivaci e rifiniti a mano sono gli ingredienti principali della collezione Pandora Shine, della linea Bee Mine, insieme a un nuovo prezioso metallo in Argento Sterling 925 placcato Oro
    Per una festa di compleanno unica e carica di energia Con più di dieci attività diverse, dal Freejump al Dodgeball, dall’Xpark al Cliffjump, dal Bigbag allo Slamdunk. Diventato ormai una tendenza a livello internazionale, Bounce Italy è appena arrivato a Torino. Tutti sanno quanto i bambini adorino saltare e Bounce Italy è il vero e
  • Quattro concerti da non perdere La stagione 2017-2018 “Nine Rooms” dell’Orchestra Filarmonica di Torino prosegue fino a giugno con quattro concerti al Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino dal programma ricco e sfavillante. Ogni mese OFT conduce il pubblico in una nuova emozionante stanza alla scoperta della grande musica classica. Dalla stanza dell’amore alla palestra, dalla
    Sei piani di shopping Nuovo design, nuovi spazi, nuovi brand. Il 2018 si annuncia all’insegna del cambiamento per lo store Rinascente di via Lagrange. Il negozio passerà da 3 a 6 piani, da 4.300 mq a più di 7.500 mq. Sarà un palazzo tutto nuovo con il meglio di moda, bellezza, design e
    Realizzato con l’antica tecnica della fusione a cera persa, in argento o bronzo placcato oro 24k, l’anello Coronetta by Giulia Barela Jewelry è caratterizzato da piccole punte che lo rendono originale e
    Un nuovo capitolo della saga di Secret Potion Si chiama Secret Potion N.3, l’ultimo profumo nato in casa Bullfrog: un distillato audace e rombante come un viaggio in