La dolce vita della liguria

Meno mondana e opulenta della Costa Azzurra o della Versilia, la regione è gettonatissima dai divi di ieri e di oggi per fughe all’insegna della tranquillità

Chi conosce «La contessa scalza»? Domanda difficile. È un film della metà degli anni Cinquanta, interpretato da Ava Gardner e Humphrey Bogart e girato tra Portofino, Sanremo e Bordighera. Fu una vetrina formidabile, che fece conoscere in tutto il mondo gli scorci mozzafiato trasformandola in un luogo da vedere e da vivere. È allora che comincia la dolce vita della Liguria, meno mondana e opulenta della Costa Azzurra o della Versilia, ma oggi come ieri molto apprezzata per fughe tranquille di mare e di passeggiate in piazzetta. A partire dalla più celebre, la piazzetta che forse meriterebbe la P maiuscola, tanto rinomata da essere entrata, quattro anni fa, tutta, nella guida dell’associazione dei Locali storici d’Italia, così, tutta insieme, senza fare distinzione tra un bar, un ristorante e un altro, ma, d’altra parte, come fare? Ai tavolini rotondi sulle pietre vista golfo si sono seduti Edoardo il duca di Windsor e sua moglie, la scandalosa per l’epoca, Wallis Simpson. E ancora Clark Gable, Kim Novak, Ingrid Bergman, Liz Taylor e Richard Burton, Sofia Loren. Piazzetta d’aristocrazia e di cinema. Di tendenza. L’amano Lapo Elkann e Dolce e Gabbana, che al Castello Brown, due anni fa, hanno organizzato una sfilata riservata a pochi selezionatissimi ospiti e l’amava anche Franca Sozzani, compianto direttore di Vogue, che ha scelto proprio Portofino come luogo di sepoltura. E piazzetta di letteratura in cui si accomodò pure Ernest Hemingway, presenza ricorrente in Liguria. A dire il vero, la località preferita dello scrittore americano era Alassio. Fu lui a ideare, nel 1953, il Muretto con le piastrelle autografate con Mario Berrino, proprietario del Caffè Roma, che sorgeva proprio davanti a quella spenta e brutta barriera di cemento. Serviva qualcosa per abbellirla un po’. La prima mattonella di ceramica venne posata la botte, per paura della reazione del Comune. Nessuno si lamentò. Oggi il Muretto è decorato da più di mille di queste piccole opere d’arte vergate da divi di tutti i tempi e i luoghi: Adriano Celentano, Woody Allen, Michelle Hunziker, la maggiore testimonial della Liguria di questi ultimi anni. Le sue vacanze estive a Varigotti si ripetono ormai da anni, puntualmente raccontate dalle cronache rosa. La showgirl ci è stata da sola, con la figlia Aurora Ramazzotti, adesso ha convinto a frequentare la riviera di Ponente pure il nuovo marito Tomaso Trussardi. Ma tra gli stabilimenti e la Baia dei Saraceni, una delle spiagge libere più grandi e più belle della Liguria, nel tempo sono stati fotografati anche Eva Herzigova e Andrea Agnelli che, si racconta, non manchi mai di fare un salto al ristorante di un tifosissimo della Juventus. E ancora: Ezio Greggio, Enzo Iacchetti, Antonio Cassano, ormai ligure d’adozione dopo le nozze con la pallanuotista genovese Carolina Marcialis e Silvia Toffanin, un’altra habitué dato che, finito il lavoro, trascorre la maggior parte del suo tempo tra Portofino e Paraggi. D’altra parte proprio qui, in questa baia incastonata nel promontorio di Portofino dalla spiaggia bianca, si trova villa Bonomi Bolchini della famiglia Berlusconi. La conduttrice di Canale 5 e il compagno Pier Silvio, con i loro due figli, sono di casa in Liguria tanto che non sono mancati in passato gli inviti ai fotografi a rispettare la loro privacy evitando di immortalare ogni loro spostamento. Se qualcuno chiede pace, altri, invece, aprono le porte. «Almeno una volta nella vita, venite alle Cinque Terre, vi porto io a fare una gita sulla mia barca, la Pelandrona», ha detto Dario Vergassola, nato a La Spezia. Manarola, Monterosso Riomaggiore, Vernazza e Corniglia non hanno bisogno di presentazioni. Almeno una volta nella vita bisogna andarci: il modello Sergio muniz, l’ex ministro Elsa Fornero e il marito, l’economista Mario Deaglio lo fanno da sempre.

di Lorenza Castagneri

La tua città

News & Gossip

  • Un nuovo capitolo della saga di Secret Potion Si chiama Secret Potion N.3, l’ultimo profumo nato in casa Bullfrog: un distillato audace e rombante come un viaggio in
    Nuova collezione “Extra Ordinary Metal” di Alessi che esplora le possibili definizioni della superficie metallica attraverso l’impiego
    Ispirata ai paesaggi desertici del cinema distopico, la montatura Nacht-one di dita supera i confini di tempo e genere creando una categoria a sé. la sua forma avvolgente, citazione fine anni ’90, è rinnovata dai paraocchi in titanio stampati a iniezione in stile motociclista
    Mood fresco Colori freschi che regalano emozioni anche nelle giornate più uggiose. Sono i colori della linea Smooth di Nava
  • alessi rende omaggio a ettore Sottsass, in occasione del centenario della nascita, con l’edizione speciale del Centrotavola in legno di tiglio disegnato nel 1990. prodotto in Valle Strona tramite la tecnica di tornitura, verrà prodotto in edizione limitata di 999 pezzi
    Una collezione di monili firmata De Wan, bijoutier torinesi dal 1955. Constellation è un insieme di collier, braccialetti e orecchini dallo stile stellare e glam. Volute in seta rigida, simili a spirali galattiche, catturano frammenti di cristalli e pietre dure, vibranti di
    Bruno Carlo, marchio ligure di guanti e accessori coordinati, ha creato un particolare cappello ispirandosi al cappellaio matto di alice nel paese delle meraviglie. Un accessorio ricco di personalità dal design creativo e
    Per un look semplice, veloce e naturale da Sephora c’è Blush to go: un blush dal packaging divertente pronto a infilarsi nella borsa, cremoso, ultra pigmentato, semplice da usare e in 6