Autunno: è ora di arte contemporanea!

Con l’inizio dell’autunno, Torino si prepara come ogni anno alla stagione dell’arte contemporanea. Capofila di tutte le manifestazioni, come sempre, è Artissima, a cui fa spalla in questo 2017 l’attesissima apertura delle Officine Grandi Riparazioni

Ci risiamo, piacevolmente, puntuali come ogni anno. L’autunno, a Torino, è ormai da tempo la stagione dell’arte contemporanea, ed è una stagione che rende la città più viva e vitale che mai, con un via vai di giovani artisti, di menti creative, di turisti curiosi. Si respirano nuove idee nell’aria e tutto si trasforma in un’occasione per celebrare l’arte in qualsiasi sua forma. La Fiera Internazionale dell’arte contemporanea, Artissima, regna indiscussa sugli eventi artistici autunnali, dipingendo del suo colore rosa l’intera città di Torino. Ma quest’anno c’è un altro grande evento ad aprire le danze dell’autunno torinese, un evento molto atteso: l’apertura delle nuove Officine Grandi Riparazioni, un gigantesco spazio post industriale completamente rimesso a nuovo e pronto a diventare uno dei più importanti poli culturali e aggregativi della città. Per l’inaugurazione (il “Big Bang” delle Ogr, come l’hanno chiamata gli organizzatori) è in programma una grande festa, che si attiverà proprio durante l’autunno dell’arte contemporanea. A partire dal 30 settembre, infatti, è iniziata una programmazione live di tutto rispetto: ha aperto le danze il guru della musica elettronica Giorgio Moroder, a cui ha fatto seguito, il 14 ottobre, l’ambitissimo (la partecipazione è gratuita ma i posti sono limitati e la distribuzione dei biglietti ha mandato in tilt il sito delle Ogr) dj set dei The Chemical Brothers. Oltre al calendario concerti, poi, sono in programma anche diverse esposizioni artistiche: il 3 novembre, proprio in concomitanza con Artissima, inaugura alle Officine la prima collettiva di quella che si preannuncia una lunga serie di mostre. Organizzata in collaborazione con la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, “Come una Falena alla Fiamma” (questo il titolo della mostra) porterà negli spazi delle Ogr, occupando quasi un terzo dei 9mila metri quadrati disponibili, opere nate dalle collaborazioni e dagli scambi con alcune delle più importanti istituzioni museali pubbliche di Torino. Il risultato, promettono i curatori Tom Eccles, Liam Gillick e Mark Rappolt, sarà un percorso nella storia della città, dall’antico Egitto fino alla contemporaneità. Insomma, quest’anno l’autunno dell’arte contemporanea pare essere solo l’inizio di una grande stagione culturale per la città di Torino, e noi siamo qui impazienti, pronti a segnarci gli appuntamenti da non perdere.


Artissima

3-5 novembre

Oval Lingotto

Abbiamo imparato a conoscerla e ad amarla, la Fiera internazionale d’arte contemporanea, nonostante le mille stranezze che l’arte contemporanea porta con sé e che non sempre sono alla portata di noi menti semplici e digiune di creatività. Artissima è ormai uno degli eventi che più danno lustro alla città di Torino, richiamando moltissimi turisti e appassionati d’arte in città. Tra le novità di questa edizione, la nuova sezione “Disegni” e il nuovo progetto espositivo, il “Deposito d’Arte Italiana Presente”, uno spazio dedicato all’arte italiana dal 1994 a oggi, che ospiterà prestiti importanti provenienti dalle gallerie e della istituzioni piemontesi. Quest’anno sarà anche dato più spazio alla socialità e al divertimento, da un lato con “after Artissima”, una programmazione “by night” ospitata dal Circolo Canottieri Esperia; e dall’altro con un’area per la comunità virtuale, la “social room”, in cui i social-dipendenti potranno ricaricare i loro dispositivi mobili e postare tutto ciò che di curioso hanno trovato in fiera.


Paratissima

1-5 novembre

Ex Caserma “La Marmora”

Ormai (si spera stabilmente) trasferita nella nuova sede di via Asti 22, Paratissima, “l’altra” fiera d’arte contemporanea torinese, si appresta ad affrontare un anno che avrebbe potuto apparire più difficile del solito, soprattutto per i superstiziosi. Caso vuole, infatti, che la tredicesima edizione cada proprio in questo 2017: una coincidenza numerica non esattamente felice, stando alle dicerie popolari. Gli organizzatori, però, hanno saputo simpaticamente scherzarci su, scherzando sulla superstizione e trasformandola nel tema portante di quest’edizione, con tanto di locandina con gesto scaramantico delle corna in primo piano. Visto che non sembrano avere timore di questo genere di cose, noi ci sentiamo di augurare alla manifestazione buona fortuna.


Dreamers

3-5 novembre

Lingotto Fiere

Vi abbiamo già parlato nel nostro battibecco tra chi ama e chi odia Torino di Dreamers, il guest project di Operae dedicato alla moda contemporanea: uno spazio che analizza il fashion design, proponendo una visione nuova della moda indipendente e di ricerca.


Flashback

2 -5 novembre

Pala Alpitour

La fiera d’arte antica e moderna dal piglio contemporaneo compie 5 anni e sarà dedicata al tema In senso inverso, dal romanzo fantascientifico di Philip K. Dick. Nel romanzo il tempo inizia a scorrere a ritroso dunque anti-orario, contro-corrente e la possibilità di guardare in modo differente quanto ci circonda trovando nuovi elementi, nuove chiavi di lettura per rileggere e interpretare la contemporaneità, esattamente ciò a cui ambisce la fiera.


Operae

3-5 novembre

Lingotto Fiere

È la fiera del Design indipendente, che in questa edizione promette di abbattere le barriere e i confini, in un’ottica sempre più internazionale e sempre più diffusa, in cui il design diventa un ponte tra le arti e le scienze. Due sono le sezioni in cui si articolerà il tema di questa edizione, “Why Design”, dedicate ai designer e alle gallerie di design contemporaneo, il cui allestimento è quest’anno curato da Alice Stori Liechtenstein, fondatrice dello Schloss Hollenegg for Design.


Clubto club

1-7 novembre

È difficile per una manifestazione superarsi anno dopo anno, mantenendo intatto il livello qualitativo dell’offerta proposta al pubblico. Club to Club, festival internazionale di musica elettronica giunto alla sua diciassettesima edizione, ci riesce sempre. Una programmazione musicale interessante, d’avanguardia, internazionale, che quest’anno si snoda lungo ben cinquanta giorni, con un susseguirsi di eventi e appuntamenti itineranti. Il clou si avrà nei primi giorni di novembre, con una serie di concerti che si ripeteranno in luoghi pazzeschi della città: la Reggia di Venaria Reale, le già citate Officine Grandi Riparazioni e il Lingotto Fiere. Un nome su tutti (ma è solo il più mainstream): i Kraftwerk.


The others

2-5 novembre

Ex ospedale Maria Adelaide

Con The Others, anche gli emergenti hanno trovato il loro spazio nell’autunno dell’arte contemporanea. Una fiera fresca, che ci piace, che raduna un po’ di tutto: artisti, gallerie, associazioni no profit, collettivi. La visual communication dell’edizione 2017, che ne rispecchia il carattere giovane e colorato, è opera di Francesca Luccisano, artista vincente nel contest lanciato l’anno scorso.


di Valentina Dirindin

La tua città

News & Gossip

  • alessi rende omaggio a ettore Sottsass, in occasione del centenario della nascita, con l’edizione speciale del Centrotavola in legno di tiglio disegnato nel 1990. prodotto in Valle Strona tramite la tecnica di tornitura, verrà prodotto in edizione limitata di 999 pezzi
    Una collezione di monili firmata De Wan, bijoutier torinesi dal 1955. Constellation è un insieme di collier, braccialetti e orecchini dallo stile stellare e glam. Volute in seta rigida, simili a spirali galattiche, catturano frammenti di cristalli e pietre dure, vibranti di
    Bruno Carlo, marchio ligure di guanti e accessori coordinati, ha creato un particolare cappello ispirandosi al cappellaio matto di alice nel paese delle meraviglie. Un accessorio ricco di personalità dal design creativo e
    Per un look semplice, veloce e naturale da Sephora c’è Blush to go: un blush dal packaging divertente pronto a infilarsi nella borsa, cremoso, ultra pigmentato, semplice da usare e in 6
  • La linea Nectar Suprême di Melvita è dedicata alle pelli mature. Melvita ha racchiuso gli ingredienti più preziosi dei suoi alveari: un complesso brevettato di 3 mieli biologici, la forza nutrizionale della pappa reale e la cera
    Concedendosi una pausa dalla frenesia quotidiana, per ritrovare se stessi e riconciliarsi col mondo esterno. QC Termetorino, centro benessere nel cuore della città, è il luogo ideale per riappropriarsi di una dimensione “slow”, coccolandosi con le oltre 30 pratiche pensate per prendersi cura dei suoi Ospiti.
    Gloss pratici Kiss Me Gloss sono gloss roll-on, e ultra pratici e profumati. Cinque le colorazioni: Dreaming of dessert, Peach obsession, Candy desire, Strawberry passion e Soda
    Bic ha creato la nuova penna cancellabile pensata per aiutare i più piccoli a imparare a scrivere correttamente senza paura di sbagliare. BIC® Gelocity Illusion* è stata pensata in particolare per i bambini della scuola