I salvatori di semi

Dalla lattuga della nonna, alla zucca più pastosa; dal pomodoro lungo, al fagiolo di una volta. I contadini da sempre barattano tra di loro i semi ma questo fenomeno sta assumendo un significato più profondo

Si danno appuntamento nelle fiere o tramite gruppi Facebook. Oltre a confrontarsi sugli ultimi metodi di coltivazione l’obiettivo dei loro incontri è lo scambio di semi. Dalla lattuga della nonna, alla zucca più pastosa; dal pomodoro lungo, al fagiolo di una volta. I contadini da sempre barattano tra di loro i semi ma questo fenomeno sta assumendo un significato più profondo.

Il libero scambio tra coltivatori è stato da sempre un tassello fondamentale per la conservazione della biodiversità. Ma, come descritto bene nel documentario del 2014, “La guerre des graines” di Stenka Quillet e Clément Montfort, l’entrata a gamba tesa delle multinazionali nell’agricoltura, mette a dura prova questo equilibrio. C’è una guerra in atto fatta a suon di brevetti, di semi ibridi – e pertanto ogni nuova stagione devono essere ricomprati e ripiantati per essere sicuri di avere una produzione uguale a quella dell’anno precedente – di fertilizzanti e pesticidi che sono venduti insieme al kit dei semi, che annullano così la diversità culturale e i saperi che nel tempo si sono tramandati. Dietro questa operazione ci sono cinque multinazionali che già controllano metà del mercato. 

Per preservare e tutelare la biodiversità in tutto lo stivale nascono spontaneamente luoghi, virtuali e non, dove recuperare, custodire i semi e per creare una banca di semi autoctoni, regione per regione. Un patrimonio che racconta storie interessanti, frutto della passione di tanti contadini, che hanno selezionato negli anni la loro lattuga migliore o il grano più forte. 

Sempre in questa direzione risale al 2007 la rete Semi Rurali

(www.semirurali.net) fondata per “ricordare a tutti che la biodiversità agricola va conservata, valorizzata e sviluppata nelle campagne di tutto il mondo e dagli agricoltori, prima di tutto”. La Rete è formata da 30 associazioni italiane e, da statuto, “sostiene, facilita, promuove il contatto, il dialogo, lo scambio e la condivisione di informazioni e iniziative tra quanti affermano i valori della biodiversità e dell’agricoltura contadina e si oppongono a ciò che genera erosione e perdita della diversità e all’agricoltura mineraria basata sulla monocoltura intensiva e/o sulle colture geneticamente modificate”.

Le banche dei semi nel mondo

Il 2010 è stato l’Anno internazionale per la biodiversità e in vista di questa occasione sono nate numerose banche dei semi (chiamate banche del germoplasma che è il materiale ereditario trasmesso alla prole mediante le cellule germinali in grado di permettere di preservare in modo diretto la biodiversità – fonte wikipedia).  Tra le Banche dei semi senza scopi di lucro c’è la Millennium Seed Bank, ospitato dal Wellcome Trust Millennium nel West Sussex in Inghilterra, lo Svalbard Global Seed Vault nelle isole Svalbard nel mare Glaciale Artico, nata da un progetto
del Fondo mondiale per la diversità delle colture (Global Crop Diversity Trust) finanziato dal governo norvegese.

Le Banche dei semi in Italia

Anche in italia vi sono numerose banche dei semi legate a livello regionale. Nel 2005 è nata la rete Ribes, Rete Italiana Banche del germoplasma per la conservazione Ex situ della flora spontanea italiana (www.reteribes.it). Il protocollo d’intesa è stato sottoscritto a Trento nel 2005 da 18 istituzioni, principalmente orti botanici universitari, ma anche amministrazioni locali, musei naturalistici, parchi nazionali, onlus e società commerciali. Oggi fanno parte della Rete: Banca del Germoplasma delle Alpi sud occidentali, Lombardy Seed Bank, Trentino Seed Bank, Laboratorio per la conservazione della diversità vegetale ligure, GB Hanbury, Banca del Germoplasma di Padova, Banca del Germoplasma di Pisa, Banche del Germoplasma livornesi, Banca del Germoplasma di Perugia, Banca del Germoplasma delle Marche, Banca del Germoplasma della Tuscia, Banca del Germoplasma di Roma, Banca del Germoplasma della Majella, Banca del Germoplasma della Sardegna, Banca del Germoplasma di Palermo, Banca del Germoplasma di Catania.

Info

Calendaio incontri di scambio sementi 2017 su www.semirurali.net

“Il libero scambio tra coltivatori è stato da sempre un tassello fondamentale per la conservazione della biodiversità”

di Maria Grazia Belli

La tua città

News & Gossip

  • Progetto inedito e innovativo nato dalla collaborazione tra la nota food blogger Valentina Scarnecchia e l’emittente televisiva Telenord. La conduttrice del nuovo format, con i suoi 50000 followers e una decisiva presenza sui social network, si conferma tra le food blogger più seguite degli ultimi anni. Valentina aprirà al pubblico le porte di casa sua
    Una collezione per i 12 mesi dell’anno Pandora ha creato una collezione di orecchini, anelli e pendenti rifiniti a mano, in Argento Sterling 925, in diversi materiali e sfumature che rappresentano i 12 mesi dell’anno. Così ogni donna potrà scegliere la pietra associata al proprio mese di nascita oppure ad una data importante nella propria
    Charity “Noi” il bracciale in versione rigida in oro e argento, o in versione scooby doo intrecciato è la nuova creazione della gioielleria Gismondi, il cui ricavato è devoluto, grazie all’iniziativa di beneficienza Prìa de Mä, per l’acquisto di strumentazioni utili alla diagnostica e alla cura pediatrica del dipartimento di Neonatologia dell’Ospedale San Martino di
    Kartoone è la location originale per gli under dodici nel centro di Torino, una ludoteca aperta dalle ore 10,00 sino a cena, 7 giorni su 7 anche nei giorni festivi. Un ambiente nuovo e accogliente di circa 400 mq. stimolante per il bambino e sempre supportato da personale specializzato. Via Parini,2 Torino
  • Esperienza Vermouth è un laboratorio per ripercorrere la storia del
    Milioni di vasetti diversi l’uno dall’altro Sono milioni e tutti diversi i nuovi vasetti di Nutella che da fine gennaio sono in vendita nei supermercati e negozi italiani. Ciascun vasetto è identificato da un numero seriale progressivo e da una grafica diversa che lo rende un pezzo
    Un microcosmo che rispecchia la mia anima Ciondolo Rosato borsa pochette in argento dorato con smalto bianco da Monticone Gioielli
    La clutch Luisa di Badura si tinge d’oro per le feste. Realizzata con le pelli più pregiate da sapienti artigiani in un laboratorio di Roma, la borsa è perfetta come regalo, da fare o da farsi, per un Natale