Sequenza sismica

Dal 21 ottobre 2017 al 4 febbraio 2018 MaTa – Ex Manifattura Tabacchi Via Manifattura Tabacchi 83, Modena www.fondazionefotografia.org

Una mostra frutto di una missione fotografica incentrata sull’esperienza del terremoto in Italia e le sue conseguenze sulla comunità. A cura di Filippo Maggia, con la collaborazione di Teresa Serra, l’esposizione presenta le opere di sette fotografi internazionali che sono stati in Emilia e nelle regioni del Centro Italia per raccontare i terremoti che hanno colpito l’Italia tra il 2012 e il 2016. Oltre 70 fotografie di Olivier Richon, Hallgerður Hallgrímsdóttir, Naoki Ishikawa, Tomoko Kikuchi, Eleonora Quadri, Valentina Sommariva e Alicja Dobrucka, che ritraggono luoghi e situazioni diversi, accomunati dalla stessa condizione di precarietà e fragilità. A completare il progetto, un video documentario prodotto da Fondazione Fotografia Modena, ideato e realizzato da Daniele Ferrero e Roberto Rabitti, girato negli stessi luoghi visitati dai fotografi in più momenti. La mostra racconta infine, attraverso le fotografie storiche, i primi terremoti fotografati in Italia, a cura di Chiara Dall’Olio (il terremoto del 16 dicembre 1857 in Val d’Agri rappresentato nelle fotografie di Alphonse Bernoud; il terremoto di Norcia del 22 agosto 1859, nelle fotografie di Robert MacPherson; il terremoto di Casamicciola del 28 luglio 1883, nelle immagini di un anonimo reporter, e il terremoto di Messina del 1908, fotografato da Luca Comerio). Fondazione Fotografia Modena è un centro espositivo e di formazione interamente dedicato alla fotografia e all’immagine contemporanea.

Avviata nel 2007 come progetto culturale della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena si è occupata fin da subito della costituzione delle collezioni di fotografia contemporanea della Fondazione, evolvendo nel tempo fino a divenire una struttura di riferimento nel panorama nazionale.

La tua città

News & Gossip

  • alessi rende omaggio a ettore Sottsass, in occasione del centenario della nascita, con l’edizione speciale del Centrotavola in legno di tiglio disegnato nel 1990. prodotto in Valle Strona tramite la tecnica di tornitura, verrà prodotto in edizione limitata di 999 pezzi
    Una collezione di monili firmata De Wan, bijoutier torinesi dal 1955. Constellation è un insieme di collier, braccialetti e orecchini dallo stile stellare e glam. Volute in seta rigida, simili a spirali galattiche, catturano frammenti di cristalli e pietre dure, vibranti di
    Bruno Carlo, marchio ligure di guanti e accessori coordinati, ha creato un particolare cappello ispirandosi al cappellaio matto di alice nel paese delle meraviglie. Un accessorio ricco di personalità dal design creativo e
    Per un look semplice, veloce e naturale da Sephora c’è Blush to go: un blush dal packaging divertente pronto a infilarsi nella borsa, cremoso, ultra pigmentato, semplice da usare e in 6
  • La linea Nectar Suprême di Melvita è dedicata alle pelli mature. Melvita ha racchiuso gli ingredienti più preziosi dei suoi alveari: un complesso brevettato di 3 mieli biologici, la forza nutrizionale della pappa reale e la cera
    Concedendosi una pausa dalla frenesia quotidiana, per ritrovare se stessi e riconciliarsi col mondo esterno. QC Termetorino, centro benessere nel cuore della città, è il luogo ideale per riappropriarsi di una dimensione “slow”, coccolandosi con le oltre 30 pratiche pensate per prendersi cura dei suoi Ospiti.
    Gloss pratici Kiss Me Gloss sono gloss roll-on, e ultra pratici e profumati. Cinque le colorazioni: Dreaming of dessert, Peach obsession, Candy desire, Strawberry passion e Soda
    Bic ha creato la nuova penna cancellabile pensata per aiutare i più piccoli a imparare a scrivere correttamente senza paura di sbagliare. BIC® Gelocity Illusion* è stata pensata in particolare per i bambini della scuola