Stefania Spadoni Come mi senti?

Un racconto per parole e ritratti attraverso la malattia

Stefania Spadoni, fotografa astigiana, ha deciso di affrontare nel suo primo progetto personale il tema della malattia che l’ha colpita giovanissima, un raro linfoma di Hodgkin chemioresistente. È articolato in due grandi capitoli: nel primo 30 racconti autobiografici accompagnati da altrettanti ritratti; nel secondo, un unico racconto finale che parla del trapianto di midollo da donatore, che ha portato l’autrice alla guarigione dopo tre anni di lotta, espresso visivamente da una serie di autoritratti. “Nei 30 racconti – spiega Stefania Spadoni – parlo del mio percorso medico e personale, dalla diagnosi del Linfoma nel novembre 2013 fino al compimento dei miei 30 anni nel novembre del 2015. Sono 30 racconti che hanno vita propria, e lo stesso vale per le fotografie che li accompagnano. Al centro, il soggetto fotografato a cui viene posta la domanda Come mi senti?. Gli autoritratti, invece, spaziano da prima della diagnosi fino ad oggi e rappresentano una sorta di conclusione del libro in cui espongo le mie inquietudini più profonde e parlo in prima persona, attraverso le mie foto, di come mi sento”. Nel libro l’autrice racconta paure, gioie, speranza,  sofferenza e amore con un linguaggio letterario e visivo forte e coinvolgente. Nel primo testo che si incontra sfogliando il libro, è spiegata “l’esigenza” di realizzarlo: “Come si affrontano la notizia di una malattia, la strada verso una possibile guarigione, le privazioni, gli ostacoli, le gioie, le delusioni, gli incontri? Non credo in una risposta unica e risolutiva, penso si proceda per tentativi. In questo libro ci sono i miei di tentativi, la necessità di tirare fuori tutto quel magma di emozioni, la possibilità di farlo con dei mezzi che mi erano familiari, il corpo, la scrittura, la fotografia”.

di Davide Fantino

La tua città

News & Gossip

  • Un nuovo capitolo della saga di Secret Potion Si chiama Secret Potion N.3, l’ultimo profumo nato in casa Bullfrog: un distillato audace e rombante come un viaggio in
    Nuova collezione “Extra Ordinary Metal” di Alessi che esplora le possibili definizioni della superficie metallica attraverso l’impiego
    Ispirata ai paesaggi desertici del cinema distopico, la montatura Nacht-one di dita supera i confini di tempo e genere creando una categoria a sé. la sua forma avvolgente, citazione fine anni ’90, è rinnovata dai paraocchi in titanio stampati a iniezione in stile motociclista
    Mood fresco Colori freschi che regalano emozioni anche nelle giornate più uggiose. Sono i colori della linea Smooth di Nava
  • alessi rende omaggio a ettore Sottsass, in occasione del centenario della nascita, con l’edizione speciale del Centrotavola in legno di tiglio disegnato nel 1990. prodotto in Valle Strona tramite la tecnica di tornitura, verrà prodotto in edizione limitata di 999 pezzi
    Una collezione di monili firmata De Wan, bijoutier torinesi dal 1955. Constellation è un insieme di collier, braccialetti e orecchini dallo stile stellare e glam. Volute in seta rigida, simili a spirali galattiche, catturano frammenti di cristalli e pietre dure, vibranti di
    Bruno Carlo, marchio ligure di guanti e accessori coordinati, ha creato un particolare cappello ispirandosi al cappellaio matto di alice nel paese delle meraviglie. Un accessorio ricco di personalità dal design creativo e
    Per un look semplice, veloce e naturale da Sephora c’è Blush to go: un blush dal packaging divertente pronto a infilarsi nella borsa, cremoso, ultra pigmentato, semplice da usare e in 6