Una città in trasformazione…o no?

Nessuno, probabilmente, conosce Torino meglio di chi la racconta. Come fanno i giornalisti, dalle pagine dei loro quotidiani, dei loro settimanali, o dei loro blog. Gabriele Ferraris, per esempio, storica e illustre firma de La Stampa e di Torinosette, che oggi fa le pulci a ciò che non va dal suo blog “Gabo su Torino”. A lui non potevamo che chiedere cosa non funziona in città. A dirci cosa ama di Torino, invece, è Fabrizio Vespa, altro collaboratore del quotidiano torinese per antonomasia, scrittore e ideatore del Torino Crime Festival.


Fabrizio Vespa, di Torino amo che…

« A causa dei lavori per una piccola ristrutturazione, sono rimasto fuori casa per qualche giorno. Non volendo ripiegare su amici, parenti o alberghi, ho deciso di fare una vacanza nella mia città e di trovare un appoggio temporaneo tramite Airbnb. Avevo già ho usato quest’applicazione, ma ovviamente sempre per altre destinazioni, non certo per soggiornare nel posto in cui sono nato. A furia di cercare ho notato una cosa curiosa: sotto la Mole è pieno di mansarde, a occhio più che in altre città. Ne ho scelta una nel Quadrilatero Romano di fronte al MAO, molto confortevole, completamente riammodernata e con alcuni tocchi di design. Ho preso una mansarda perché mi piaceva l’idea di stare sui tetti e perché lo sguardo dall’alto serve sempre a spostare un po’ il proprio punto di vista. Alloggiato quassù, dove il silenzio è stato interrotto solo dal tubare dei piccioni al mattino, dalle campane delle chiese e dal ticchettio della pioggia sui velux, la sensazione è stata di galleggiare in una bolla spazio temporale. Sotto queste travi nei secoli scorsi è transitata tanta miseria prima e i volti delle diverse migrazioni poi, la vie de bohème proletaria cantata da Gipo Farassino e infine la riqualificazione, la sharing economy, il turismo. Insomma, con l’andar del tempo, l’alto e il basso si sono in parte invertiti come con fatica hanno fatto gli stessi torinesi. Dobbiamo solo ancora aspettare che gli stranieri, guardando Torino col naso all’insù, inizino a passare dall’immancabile “such a beautiful architecture!”al meno frequente “such a beautiful people!”. A quel punto sì, la trasformazione della città sarà compiuta».


Gabriele Ferraris, di Torino odio che…

«Quello che non mi piace di Torino è la sua attitudine: i Torinesi di oggi mi sembrano i nobili decaduti dei romanzi picareschi spagnoli, che non hanno più nulla se non il loro orgoglio. Però, l’orgoglio, senza qualcosa che ne giustifichi l’esistenza, è semplice spocchia. Non è vero, come tutti continuano a ripetere, che ci hanno portato via tutto: siamo noi ad aver buttato via tutto, per noncuranza, per cecità e per ristrettezza di vedute. Questa città non solo non ha saputo valorizzare le proprie risorse e le proprie intelligenze, ma anzi le ha respinte insieme a chiunque avesse un pensiero differente. Per anni, in tutti i campi, abbiamo assistito all’espulsione delle spighe più alte del campo, nel nome di un’egualità che a me è sempre sembrata più una paura del migliore. Per questo oggi non si sta più progettando nulla, non si sta più guardando al futuro, e ci si limita a raccogliere gli ultimi frutti di ciò che è stato seminato ormai trent’anni fa: oggi si naviga a vista, e per di più lo si fa con gli occhi bendati».


di Valentina Dirindin

foto Francesca Cirilli per il Circolo dei Lettori

La tua città

News & Gossip

  • Notebook è il nuovissimo progetto di Selectiva Spa del gruppo Paglieri che si ispira al valore del ricordo: 5 taccuini/essenze che custodiscono un percorso sensoriale in cui ognuno può
    Adidas Original ha lanciato la nuova collezione primavera estate di cover che si adattano all’iPhone 6/6s/7/8(+) e iPhone
    Nuova collezione Pandora Shine Api, dettagli vivaci e rifiniti a mano sono gli ingredienti principali della collezione Pandora Shine, della linea Bee Mine, insieme a un nuovo prezioso metallo in Argento Sterling 925 placcato Oro
    Per una festa di compleanno unica e carica di energia Con più di dieci attività diverse, dal Freejump al Dodgeball, dall’Xpark al Cliffjump, dal Bigbag allo Slamdunk. Diventato ormai una tendenza a livello internazionale, Bounce Italy è appena arrivato a Torino. Tutti sanno quanto i bambini adorino saltare e Bounce Italy è il vero e
  • Quattro concerti da non perdere La stagione 2017-2018 “Nine Rooms” dell’Orchestra Filarmonica di Torino prosegue fino a giugno con quattro concerti al Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino dal programma ricco e sfavillante. Ogni mese OFT conduce il pubblico in una nuova emozionante stanza alla scoperta della grande musica classica. Dalla stanza dell’amore alla palestra, dalla
    Sei piani di shopping Nuovo design, nuovi spazi, nuovi brand. Il 2018 si annuncia all’insegna del cambiamento per lo store Rinascente di via Lagrange. Il negozio passerà da 3 a 6 piani, da 4.300 mq a più di 7.500 mq. Sarà un palazzo tutto nuovo con il meglio di moda, bellezza, design e
    Realizzato con l’antica tecnica della fusione a cera persa, in argento o bronzo placcato oro 24k, l’anello Coronetta by Giulia Barela Jewelry è caratterizzato da piccole punte che lo rendono originale e
    Un nuovo capitolo della saga di Secret Potion Si chiama Secret Potion N.3, l’ultimo profumo nato in casa Bullfrog: un distillato audace e rombante come un viaggio in