A Canale sfilano i cani da tartufo

Parliamo di una grande eccellenza della nostra regione, il Tartufo Bianco d’Alba.

Si chiude con segno positivo la stagione delle “trifule”, con un’annata che ha garantito buone grattate di tartufo sui nostri tajarin (con un prezzo variabile tra gli 800 e i 2000 euro al chilo). Hanno dunque da festeggiare, oltre che i golosi di tutto il Piemonte (e non solo, visto che il tartufo è una delle punte di diamante della nostra esportazione gastronomica), gli allevatori di cani da tartufo, i cosiddetti “trifulau”.

Non a caso si raduneranno domenica 13 gennaio a Canale, per la tradizionale giornata di festa che accompagna la fine della stagione del tartufo, iniziata tra settembre e ottobre con il momento clou nella Fiera Internazionale del Tartufo Bianco di Alba. Si tratta del Raduno Nazionale dei trifulau e dei cani da tartufo, giunto quest’anno alla nona edizione.

Una giornata di festa che raccoglie oltre duecento allevatori che, a cominciare dal mattino presto, sfilano per le vie della città insieme ai loro fedeli compagni di “caccia”. Il termine della sfilata è una vera e propria celebrazione d’amore per i propri cani, con la consegna dei premi annuali e l’incoronazione (su un trono vero con tanto di drappo reale) del cane da tartufo più anziano.

Quest’anno il Raduno Nazionale sarà anche l’occasione per discutere delle nuove normative, che introducono l’Iva al 5% sul tartufo a partire dal 2019 e che non hanno mancato di suscitare polemiche (benché si tratti di una norma che ci mette al pari con gli altri Paesi d’Europa in cui si trova il tartufo).

Ma, polemiche a parte, la giornata è sicuramente un momento simpatico e conviviale per chi ama gli animali, ed è anche un’occasione per conoscere più approfonditamente un prodotto di grande eccellenza del nostro territorio.

Tutti gli appuntamenti sono aperti al pubblico, compreso il pranzo che conclude la mattinata di festeggiamenti, che si svolge presso il salone polifunzionale del Comune di Vezza d’Alba e prevede al prezzo di 28 euro (25 per gli iscritti all’associazione dei trifulau) un menu tipicamente piemontese. Per informazioni si può contattare l’Enoteca Regionale del Roero, che organizza l’evento, allo 0173 978228.

Nessun commento presente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.