Il Lago dei Cigni: un po’ di San Pietroburgo a Torino

La neve quest’anno si fa desiderare perfino nella nostra città, normalmente gelida a gennaio. Eppure, vivere il fascino dell’inverno non è poi così difficile. Basta immergersi nell’atmosfera della meravigliosa San Pietroburgo, la città russa da cui arriva la compagnia di balletto forse più famosa al mondo.

Siete fortunati: fa tappa il 7 gennaio 2019 alle 20.45 al Teatro Alfieri di Torino proprio il Balletto di San Pietroburgo, che porta in scena il classico dei classici, il balletto per eccellenza, il Lago dei Cigni di P.I. TCajkovskij.

Una grande occasione per vedere dal vivo la famosa Tatiana Tckachenko, ballerina solista già da anni al Teatro Mariinsky di San Pietroburgo, riconosciuta a livello mondiale come Etoile internazionale.

Impossibile non conoscere e amare Il Lago dei Cigni e la storia della principessa Odette, che un perfido sortilegio del malefico mago Rothbart, a cui la principessa ha negato il suo amore, costringe a trascorrere le ore del giorno sotto le sembianze di un cigno bianco. La maledizione potrà essere sconfitta soltanto da un giuramento d’amore, che puntualmente arriverà da parte del principe Sigfrid.

Con questa versione de “Il Lago dei Cigni”, il Balletto di San Pietroburgo ha voluto mantenere intatte le coreografie originali di Marius Petipa e di Lev Ivanov del lontano 1895, per tornare ad un’autentica versione della coreografia creata per il Teatro Mariinsky. Le Scenografie si rifanno alla Corte Imperiale Russa di quel periodo, mescolando realtà storica e fantasia gotica.

Un modo splendido per concludere il periodo festivo, e anche un’idea regalo dell’ultimo minuto, nel caso vi siate dimenticati di preparare adeguatamente la calza per l’Epifania.

Nessun commento presente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.