Mostre in città: dicembre 2018 / gennaio 2019

MADAME REALI: CULTURA E POTERE DA PARIGI A TORINO
Fino al 25 marzo 2019
Palazzo Madama

Con più di 120 opere la mostra racconta la vita di due donne che diedero slancio allo sviluppo della società e della cultura artistica nello stato sabaudo tra il 1600 e il 1700: Cristina di Francia e Maria Giovanna Battista di Savoia.

LE BELLE ARTI
Fino al 31 dicembre
La Venaria Reale

Mostra/Atelier dalle collezioni dell’Accademia Albertina di Torino. Ospite d’onore: il Veronese.

NATHLIE PROVOSTY
Fino al 6 gennaio 2019
Museo Nazionale del Risorgimento

Una personale dell’artista americana Nathlie Provosty, che per la prima volta in Europa espone in un museo.

ROSSO FIORAVANTI
Fino al 6 gennaio 2019
Museo nazionale dell’automobile

Una retrospettiva dedicata a Leonardo Fioravanti: immagini fotografiche, progetti e vetture di uno dei car designer più significativi del ventesimo secolo. www.museoauto.it

CALLY SPOONER, EVERYTHING MIGHT SPILL
Fino al 6 gennaio 2019
Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea
Vincitrice del Premio illy Present Future 2017 con l’opera Soundtrack for a Troubled Time, 2017, Cally Spooner presenta Everything Might Spill nella sala progetto della Manica Lunga .

#SOUNDFRAMES CINEMA E MUSICA IN MOSTRA
Fino al 7 gennaio 2019
Museo Nazionale del Cinema

Una mostra suddivisa in sezioni tematiche trasversali, che indaga la complessità del rapporto tra musica e immagini in movimento.

CAMERA POP. LA FOTOGRAFIA NELLA POP ART DI WARHOL, SCHIFANO & CO
Fino al 13 gennaio 2019
CAMERA, Centro Italiano per la Fotografia

Oltre 120 opere tra quadri, fotografie, collages, grafiche, illustrano la storia della trasformazione del documento fotografico in opera d’arte, giunta al culmine negli anni ’60 con l’avvento della Pop Art.

LA «NATURA DELICATA» DI ENRICO REYCEND
Fino al 20 gennaio 2019
Museo di Arti Decorative Accorsi-Ometto

Una mostra dedicata a un artista torinese, Enrico Reycend (Torino, 1855 – 1928), troppo a lungo dimenticato dalla critica e dalla storia dell’arte novecentesche.

LYNETTE YADIOM-BOAKYE
Fino al 20 gennaio 2019
Fondazione Sandretto Re Rebaudengo

L’artista di origine ganese e nazionalità inglese è nota per la sua ricerca pittorica incentrata sulla rappresentazione della figura umana, in particolare personaggi fittizi attraverso i quali l’artista riflette su questioni identitarie.

LA SINDONE E LA SUA IMMAGINE
Fino al 21 gennaio 2019
Palazzo Madama

Il percorso espositivo ripercorre la storia della Sindone e le diverse funzioni delle immagini che l’hanno riprodotta nel corso di cinque secoli, da quando il Sacro Lino fu trasferito da Chambéry a Torino nel 1578, per volere di Emanuele Filiberto di Savoia, fino ad oggi.

IL TESTAMENTO DEL CAPITANO. I GIOVANI E LA GRANDE GUERRA TRA ILLUSIONI E REALTÀ
Fino al 2 febbraio 2019
Biblioteca Reale

L’esposizione raccoglie documenti e oggetti inediti legati alle trasformazioni storico-sociali che condussero l’Europa al dramma della prima guerra mondiale.

RACHEL ROSE. WIL-O-WISP
Fino al 3 febbraio 2019
Fondazione Sandretto Re Rebaudengo

La mostra personale di Rachel Rose presenta l’anteprima europea della videoinstallazione Wil-O-Wisp, 2018, prima opera prodotta in collaborazione con il Philadelphia Museum of Art nell’ambito della Future Fields Commission in Time-Based Media.

PETRIT HALILAJ
Fino al 3 febbraio 2019
Fondazione Merz

Un progetto espositivo inedito costituito da grandi installazioni dell’artista Petrit Halilaj, vincitore della seconda edizione del Mario Merz Prize.

MIKE NELSON
Fino al 3 febbraio 2019
OGR, Officine Grandi Riparazioni

L’artista inglese che ha rappresentato la Gran Bretagna alla Biennale di Venezia del 2011 realizza un nuovo progetto, concepito appositamente per il Binario 1 delle OGR.

100% ITALIA. CENT’ANNI DI CAPOLAVORI
Fino al 10 febbraio 2019
Biella | Vercelli | Torino

Una mostra che ripercorre i capolavori dell’arte italiana, dall’inizio della Grande Guerra ai giorni nostri, evidenziando il ruolo preminente dell’arte italiana, che ha segnato profondamente la creatività europea e quella mondiale.

SFUMATURE DI TERRA – Ceramiche cinesi dal X al XV secolo
Fino al 10 febbraio 2019
MAO Museo d’Arte Orientale

Preziose ceramiche cinesi che coprono un arco temporale di cinque secoli. Si tratta per lo più di eleganti pezzi monocromi databili tra la dinastia Song e la dinastia Yuan.

CANI IN POSA
Fino al 10 febbraio 2019
La Venaria Reale

Prima grande mostra in Italia sul tema del “cane nell’arte” con sculture e dipinti eseguiti da alcuni fra i massimi artisti di tutti i tempi, dall’antichità ad oggi.

LAURA GRISI. LE OPERE FILMICHE, 1968-1972
Fino al 17 febbraio 2019
Videoteca GAM Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea

Tre opere insieme con alcuni libri e documenti che costituiscono l’intera filmografia di Laura Grisi, moglie di Folco Quilici, recentemente scomparsa.

TUTTI GLI ISMI DI ARMANDO TESTA
Fino al 24 febbraio 2019
Musei Reali

Una mostra antologica dedicata ad Armando Testa, che ripercorre la lunga carriera del pubblicitario e artista torinese presentando una selezione di oltre cento opere.

ELLIOTT ERWITT PERSONAE
Fino al 24 febbraio 2019
La Venaria Reale

Elliott Erwitt Personae è il titolo della prima retrospettiva (sono presentate oltre 170 immagini)delle fotografie di Elliott Erwitt, uno dei fotografi più importanti e celebrati del Novecento, sia in bianco e nero che a colori.

EASY RIDER IL MITO DELLA MOTOCICLETTA COME ARTE
Fino al 24 febbraio 2019
La Venaria Reale
Una mostra-happening che racconta il magico mondo della motocicletta indagandone le varie componenti produttive e stilistiche.

IL PARTITO DELLE ERBACCE / WEED PARTY III. ZHENG BO
Fino al 24 febbraio 2019
Pav Parco Arte Vivente
Zheng Bo, è tra i più interessanti artisti cinesi dell’ultima generazione. Per il PAV Zheng Bo indaga il rapporto tra il carattere incontrollabile dei movimenti politici spontanei e il potere infestante e inestirpabile delle piante cosiddette parassitarie.

APOLLINAIRE E L’INVENZIONE “SURRÉALISTE”
Fino al 24 febbraio 2019
GAM, Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea

L’esposizione, organizzata in parallelo alla mostra alla Fondazione Ferrero di Alba dei capolavori dadaisti e surrealisti del Museo Boijmans Van Beuningen di Rotterdam, propone un antefatto di quelle ricerche, illustrando alcuni aspetti dell’avanguardia parigina degli anni Dieci.

THE ART OF THE BRICK®
Fino al 24 Febbraio 2019
Società Promotrice delle Belle Arti
Allestita negli spazi della Promotrice delle Belle Arti, The art of the Brick® mette in mostra oltre 80 imponenti e affascinanti opere dell’artista Nathan Sawaya, creatore stesso dell’esposizione.

 

TATTOO. L’ARTE SULLA PELLE
Fino al 3 marzo 2019
MAO

La mostra ha per tema una delle forme artistiche di maggior successo degli ultimi decenni, quella del tatuaggio, moderna e originale espressione artistica ma anche antica forma di decorazione del proprio corpo.

ERCOLE E IL SUO MITO
Fino al 10 marzo 2019
La Venaria Reale

La mostra illustra la figura di Ercole con una raccolta di straordinari dipinti e oggetti d’arte prodotti nell’antichità classica e tra Cinquecento e Settecento provenienti da grandi collezioni italiane e estere.

POST-WATER
Fino al 17 marzo 2019
Museo Nazionale della Montagna

La mostra Post-Water, a cura di Andrea Lerda è un percorso narrativo e semantico sul tema dell’acqua articolato attraverso video, fotografia, pittura, disegno e scultura.

VAN DYCK. PITTORE DI CORTE
Fino al 17 marzo 2019
Galleria Sabauda

Attraverso un percorso espositivo che si dispiega in quattro sezioni e oltre 50 opere, la mostra evidenzia l’esclusivo rapporto che Van Dyck ebbe con le corti italiane ed europee.

I MACCHIAIOLI. ARTE ITALIANA VERSO LA MODERNITÀ
Fino al 24 marzo 2019
GAM

Oltre 80 opere provenienti dai più importanti musei italiani, enti e collezioni private, in un ricco racconto artistico sulla storia del movimento, dalle origini al 1870, con affascinanti confronti con i loro contemporanei italiani.

ANDRA URSUTA. VANILLA ISIS
Fino al 30 marzo 2019
Fondazione Sandretto Re Rebaudengo

Mostra personale di Andra Ursuta, artista di origine romena che vive a New York. Attraverso le sue sculture ed installazioni, l’artista indaga con tetro umorismo la vulnerabilità dell’uomo nell’età contemporanea.

OTTOBRE 1968. “ARTE POVERA PIÙ AZIONI POVERE” AGLI ARSENALI DI AMALFI
Fino al 31 marzo 2019
Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea

La mostra è incentrata sulle fotografie scattate ad Amalfi nel 1968 da Bruno Manconi, provenienti dall’archivio di Lia Rumma e di cui una copia è stata donata all’archivio del Museo in questa occasione.

MONSTER CHETWYND. THE OWL WITH THE LASER EYES
Fino al 30 marzo 2019
Fondazione Sandretto Re Rebaudengo

Mostra personale di Monster Chetwynd, artista britannica di base a Glasgow. Attraverso l’unione di diversi medium l’artista indaga con forza la relazione tra arte e teatro, creando opere di forte impatto culturale.

HITO STEYERL
Fino al 30 giugno 2019
Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea

Hito Steyerl (Monaco, 1966) è una tra gli artisti e teorici più attivi del nostro tempo. Presenterà una nuova installazione basata sul suono, che esplora l’indagine dell’artista sullo sviluppo dell’intelligenza artificiale e la sua relazione con la conoscenza umana.

Nessun commento presente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.