Personal shopper “Open House”

by Isabella Morbelli photo by Monica Veruggio

Il reportage fotografico che da sempre caratterizza la nostra testata e propone un frizzante percorso turistico nella città.

Isabella insieme a Raquel, insegnante di spagnolo e matematica presso la scuola Wins, World international School di Torino, cominciano il tour “Open House” alla sua seconda edizione e, siccome il week-end è fortunato, passeranno anche attraverso il Salone dell’auto. Raquel vive a Torino dallo scorso ottobre e si è già innamorata della città. È una ragazza che ama viaggiare: su Instagram ha 6000 follower, seguite il suo profilo @loschicos.travelloggers.

Interessante scoprire Torino attraverso location che solitamente non sono visitabili: più di 140 edifici tra case private, aziende ed eccellenze del patrimonio. Qui a fianco ci troviamo da Trakatan, un brand di borse e accessori dal design essenziale. Il laboratorio è creativo, ordinato e super cool da vedere.

In tram per un soggiorno. È quello che vi può capitare se siete un artista con una mostra e vi accolgono presso il Bivacco Urbano. Isadora, una ex azienda di gomma reinventata con gusto e funzionalità diventa abitazione moderna, loft su due piani luminosi.

Sempre nel tour “Open House” ci perdiamo alla Nuvola, la nuova sede Lavazza. Dopo aver visitato spaziosi uffici futuristici e super funzionali ci dirigiamo verso il Bistrot “La centrale”, mensa aperta a pranzo anche al pubblico. Gianfranco Calzoni che gestisce la Nuovaristorazione, ci fa da cicerone in questi meravigliosi locali e ci racconta la filosofia dell’azienda, con visibile passione verso il suo lavoro..

Qui a fianco con Carmencita e Caballero al Museo Lavazza torniamo indietro nel tempo attraverso la storia della comunicazione pubblicitaria dell’azienda quando ancora il caffè era Paulista.

Qui a fianco con Carmencita e Caballero al Museo Lavazza torniamo indietro nel tempo attraverso la storia della comunicazione pubblicitaria dell’azienda quando ancora il caffè era Paulista.

Infine passando per le Porte Palatine, che ci ricordano la nostra origine Romanica, approdiamo al Valentino dove si sta svolgendo la quarta edizione del Salone dell’auto di Torino. Restiamo affascinate dall’opera di Leonardo Giacomo Borgese nell’area espositiva Suzuki, una colorata ed ‘artistica’ Ignis Hybrid oggetto della “Suzuki Hybrid Art”.

Nessun commento presente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.